Honeywell Safety Products

Protezione anticaduta

Miller® fornisce prodotti di sicurezza per i lavori svolti in altezza: dispositivi di
protezione individuale anticaduta, sistemi di arresto anticaduta, barriere e soluzioni anticaduta collettive, servizi professionali che includono formazione, verifiche, consulenza, riparazioni e ispezione dei prodotti.

Da oltre 65 anni i prodotti a marchio Miller proteggono le categorie di lavoratori in altezza di un’ampia gamma di settori, fra i quali: edilizia, petrolchimico, telecomunicazioni, energia eolica, trasporti, settore minerario, industria generale, servizi pubblici e altro ancora.

CATEGORIE DI LAVORI IN ALTEZZA

ARRESTO CADUTA

Dispositivo utilizzato per evitare che l’operatore colpisca il suolo in caso di caduta.

Attrezzatura tipica richiesta:

  • Dispositivo di ancoraggio.
  • Imbracatura completa per il corpo.
  • Dispositivo di collegamento.

SALVATAGGIO

Il salvataggio e l’evacuazione di un lavoratore infortunato in altezza è da considerarsi obbligatoriamente in caso di lavoro in quota.

Il sistema di salvataggio tipico consiste nel:

  • Dispositivo di salvataggio e evacuazione.

POSIZIONAMENTO SUL LAVORO*

Dispositivi che mantengono in posizione stabile e con le mani libere l’operatore nella sua postazione di lavoro.

Attrezzatura minima richiesta:

  • Dispositivo di ancoraggio.
  • Imbracatura con cintura di posizionamento.
  • Dispositivo di collegamento (cordino di posizionamento)

LAVORO IN SOSPENSIONE*

Dispositivi utilizzati per calare e sostenere un operatore, consentendogli di svolgere un lavoro a mani libere.

Attrezzatura minima richiesta:

  • Dispositivi di ancoraggio.
  • Imbracatura completa per il corpo (con cosciali).
  • Due corde: una di lavoro, con discensore, una di sicurezza, con dispositivo di tipo guidato

TRATTENUTA

Attrezzatura utilizzata per evitare che l’operatore si avvicini ad una posizione dalla quale potrebbe cadere.

Attrezzatura minima richiesta:

  • Dispositivo di ancoraggio.
  • Imbracatura completa per il corpo.
  • Dispositivo di collegamento (cordino di trattenuta).

Facciamo conoscenza con i rischi del lavoro in quota

Ci sono tre fattori di caduta, a seconda della posizione del punto di ancoraggio.

Essi sono utili per determinare la distanza potenziale di caduta di un lavoratore e, quindi, per assicurare che non ci sia rischio di impatto con il piano inferiore in caso di caduta.

Quando possibile, il lavoratore dovrebbe sempre usare un punto di ancoraggio a livello delle spalle o al di sopra delle stesse (Fattore 1 o 0).

Un punto di ancoraggio più alto diminuisce la distanza di caduta e quindi riduce in maniera significativa il rischio di lesioni dovute alle forze di impatto della caduta stessa.

 

Effetto pendolo

Se il dispositivo non è ancorato verticalmente sopra l’operatore, questi, in caso di caduta, oscillerà lateralmente con il rischio di riportare delle ferite sbattendo al suolo o contro un ostacolo posto accanto a lui.

Se non è possibile usufruire di un punto di ancoraggio in modo da evitare questo
rischio, si consiglia di usarne due ai lati del lavoratore così da evitare qualunque oscillazione.

 

Calcolare il tirante libero d’aria

È lo spazio minimo libero necessario, al di sotto dei piedi dell’operatore, per evitare che l’operatore colpisca il suolo in caso di caduta.

È correlato ai fattori di caduta (vedere Fattore di caduta).

Dal momento che possono verificarsi molte situazioni diverse, è in ultima analisi responsabilità del lavoratore assicurarsi che vi sia un adeguato tirante libero d’aria.

 

Fattore caduta zero

L’ancoraggio è al di sopra e il cordino è teso fra il punto di ancoraggio e il lavoratore.

Il tirante libero d’aria viene ridotto come illustrato.

 

Fattore caduta uno

Il punto di ancoraggio è sullo stesso piano o al di sopra del punto di attacco
dell’imbracatura e permette una caduta equivalente alla lunghezza del cordino
prima che l’assorbitore di energia si estenda per arrestare la caduta.

 

Fattore caduta due

Il punto di ancoraggio si trova in corrispondenza dei piedi del lavoratore, o al di sotto, e permette una caduta equivalente a due volte la lunghezza del cordino prima che l’assorbitore di energia si estenda per arrestare la caduta.

Imbracature arresto caduta

La protezione anticaduta si occupa di proteggere coloro che lavorano in altezza.

Le cadute dall’alto sono la seconda causa più frequente di incidente sul posto sicuro le cadute dall’alto e a trattenere l’operatore fino al recupero dello stesso.

Le imbracature per il corpo conformi alla norma EN361 sono il DPI adatto per le applicazioni di arresto caduta.

Imbracatura per spazi confinati Miller H-Design

Una nuova imbracatura dedicata a coloro che lavorano in spazi confinati, specialmente nel settore della depurazione acque.

Questa innovativa imbracatura a forma di H offre un’eccezionale soluzione di sicurezza ed è dotata di una comoda cintura per indossare una maschera con respiratore autonomo.

 

IMBRACATURA ELASTICA A GILET DURAFLEX®

Creata per garantire prestazioni ottimali in tutte le condizioni.
2 punti (+ posizionamento sul lavoro)

Attacco sternale e dorsale (asole frontali in tessuto).

Giubbotto leggero e robusto: lunga durata.

Regolazioni multiple per una perfetta vestibilità.

Eccellente resistenza ai prodotti chimici,agli strappi e all’usura in genere.

 

MILLER REVOLUTIONTM R7 OFFS

Creata per ambienti costieri e fuori costa altamente corrosivi, ivi inclusi i settori
eolico e petrolchimico.

2 punti + posizionamento sul lavoro Anelli laterali a D per posizionamento sul lavoro e ancoraggio anteriore e posteriore (asole anteriori in tessuto rinforzato).

  • Rivestimento in PVC degli anelli dorsale e laterali a D.
  • Indicatore di caduta in prossimità dell’anello a D dorsale.
  • Anello a D in posizione verticale permanente per una più facile connessione
  • Marcatura di sicurezza “A” cucita per i punti d’attacco dorsale e sternali.
  • Anello laterale a D ripiegabile.
  • Passanti elastici addizionali sulle bretelle per contenere il nastro in eccesso.
  • Cucitura più lunga sul rinforzo imbottito della cintura per una maggiore resistenza.
  • Etichette d’identificazione personalizzate.
  • Rinforzo dorsale a V imbottito.
  • Etichetta e marcatura protetti e contenuti in apposito involucro.

Dispositivi retrattili

I dispositivi retrattili sono DPI anticaduta dotati di un sistema frenante ad attivazione rapida per limitare la caduta libera a pochi centimetri riducendo contemporaneamente le forze di arresto della caduta.

Ciò rende tali dispositivi particolarmente idonei nei casi in cui ci sia un ridotto
spazio libero di caduta.

Il cavo a richiamo automatico permette libertà di movimento a quei
lavoratori che hanno necessità di muoversi spesso e rapidamente.

Miller® by Honeywell offre la gamma più completa di retrattili anticaduta: modelli con carter in robusto e leggero materiale composito, modelli con carter in acciaio e funzione di recupero.

I nastri dei retrattili possono essere di tessuto, in acciaio inox o zincato, di lunghezza compresa fra 2 e 40 metri.

 

DISPOSITIVO RETRATTILE FALCON™

La gamma più ampia e robusta di retrattili con carter ultraresistente in materiale composito.

Retrattile a cavo d’acciaio con lunghezze da 6,2 a 20 metri.

  • Bordi arrotondati e lisci per una maggiore resistenza.
  • Arresta la caduta entro pochi centimetri.
  • Carter ultra robusto, resistente e leggero.
  • Facile installazione.
  • Testato ed approvato per applicazioni orizzontali*.

Spazi confinati

 

DuraHoist 3Pod

Il nuovo treppiede Honeywell Miller per spazi confinati

Una singola soluzione di 3Pod adatta a vari situazioni di lavoro in spazi confinati che è facile da trasportare e rapido da installare.

Adatto a vari pozzetti stradali da 1m, 1m50 a 2m50.

Chi cammina talvolta cade.

Solo chi sta seduto non cade mai.

(Sandro Pertini)

Chialestools sistemi anticaduta ti presenta: