Tornitura generale

La tornitura genera forme cilindriche e rotonde con un utensile a punta singola. Nella tornitura, l’utensile è stazionario mentre il pezzo è in rotazione.

Un’operazione di tornitura è il processo più diffuso e altamente ottimizzato di taglio del metallo e richiede un’attenta considerazione dei vari fattori in gioco.

La tornitura può essere suddivisa in una serie di applicazioni di base (tornitura longitudinale, sfacciatura e profilatura), le quali richiedono utensili, dati di taglio e una programmazione specifici per l’operazione da eseguire nel modo più efficiente.

Tutte le soluzioni per le più comuni problematiche di lavorazione come ad esempio un insufficiente controllo truciolo e vibrazioni.

Capire come utilizzare il fluido da taglio ed il refrigerante contribuisce ad ottenere componenti di buona qualità ed a non avere problemi durante la tornitura di componenti.

 

Troncatura e scanalatura

Nelle operazioni di troncatura e scanalatura, sicurezza del processo e produttività sono due aspetti importanti.

Con il corretto setup e gli utensili più adeguati, è possibile evitare tutta una serie di difficoltà.

Formazione di pioli e bave, rottura dell’utensile, intasamento da truciolo, finitura superficiale insoddisfacente dei componenti con scanalature complesse, pressione inadeguata del refrigerante, lunghe sporgenze ed elevati livelli di vibrazione sono tutti problemi che possono comportare lo scarto di componenti costosi.

Per evitare questi problemi nelle operazioni di troncatura e scanalatura, potete fare riferimento ai consigli e ai suggerimenti che seguono.

 

Filettatura

I filetti possono essere lavorati con diversi metodi: tornitura dei filetti, fresatura dei filetti, maschiatura e filettatura con turbionatore.

Si avranno effetti differenti.

La forma del filetto definisce la geometria di un filetto e include i diametri del componente (diametro maggiore, medio e di nocciolo), l’angolo del profilo del filetto, il passo, il raggio e l’angolo d’elica.

 

Fresatura

La fresatura si è evoluta in un metodo di lavorazione con un’ampia gamma di operazioni.

In aggiunta a tutte le applicazioni convenzionali, la fresatura rappresenta una solida alternativa per la lavorazione di fori, filetti, cavità e superfici che in precedenza erano sottoposte a tornitura, foratura o maschiatura.

Fresatura di spallamenti
Spianatura
Profilatura
Fresatura di scanalature e troncatura
Fresatura di smussi
Torni-fresatura
Lavorazione degli ingranaggi
Fori e cavità/esecuzione di tasche

 

Foratura

La foratura viene spesso eseguita piuttosto avanti nel processo di lavorazione, dopo che le operazioni precedenti hanno già aumentato il valore iniziale del componente.

Si tratta di un’applicazione che, anche se apparentemente semplice, è complessa e può avere conseguenze significative se l’utensile funziona male o viene utilizzato al di sopra delle sue capacità.

Le tre principali considerazioni di base per l’esecuzione di un foro sono:

Diametro del foro
Profondità del foro
Qualità del foro

 

Alesatura

L’alesatura è un’operazione di finitura eseguita con un utensile multitagliente per fori di precisione elevata.

Ad elevate velocità di avanzamento e piccole profondità di taglio, è possibile ottenere un’eccellente finitura superficiale, fori di ottima qualità e tolleranze dimensionali strette.

Per ottenere i risultati migliori quando si utilizzano gli alesatori, è fondamentale farli “lavorare”. È invece un errore comune quello di preparare i fori da alesare con un sovrametallo troppo sottile.

Se il sovrametallo lasciato nel foro è insufficiente, l’alesatore tenderà a strofinare, usurandosi rapidamente con conseguente perdita del diametro.

Per buone prestazioni, tuttavia, è ugualmente importante non lasciare nel foro uno strato eccessivo di sovrametallo.

 

Barenatura

La barenatura è un processo di lavorazione che serve ad allargare o migliorare la qualità di un foro preesistente.

Per la barenatura di fori esistono diversi sistemi flessibili di utensili, disponibili in un’ampia gamma di diametri, che coprono sia le operazioni di sgrossatura che quelle di finitura.

Sgrossatura
Lavorazione di un foro preesistente con particolare attenzione all’asportazione del metallo per preparare un’operazione di finitura. I fori esistenti vengono realizzati con metodi quali foratura, fusione, forgiatura e taglio a fiamma. Per tolleranze di foro uguali o superiori a IT9.

Finitura
Lavorazione di un foro preesistente per ottenere tolleranze strette e finitura superficiale di alta qualità. Piccole profondità di taglio, generalmente inferiori a 0.5 mm (0.020 poll.). Per tolleranze di foro tra IT6 e IT8.

Torna a Taglio Foratura Fresatura Maschiatura Tornitura