Simona Chiales

Io sono una Fenice, rinasco sempre dalle mie ceneri e sono una viandante.

Sin da piccola i miei, mi hanno insegnato che il mondo era altro, non quello quotidiano e così sin da quando compì 12 anni, mi portarono in giro per il mondo, per farmi capire cosa fosse realmente il mondo.

Questo, oltre a fare parte di me, ha fatto si che sia vitale per me, aprirmi, conoscere, sperimentare ed aprirmi alle novità, all’innovazione ed ad attingere da tutto il mondo, da tutti i mercati.

E così la mia vita sin da 12 anni si è divisa tra la scoperta del mondo e l’utensileria meccanica, uscivo da scuola ed andavo in Utev, gestita da mia mamma, Anna Ghibaudo.

Ma essendo figlia della signora, non ho mai avuto alcuno sconto, anzi, Enrico ( Vergnano il Boss ) mi ha sempre detto inizia dal basso e poi potrai salire.

E così le tantissime esperienze, il magazzino, il materiale, riconoscerlo, catalogarlo, stoccarlo, la gestione dell’ubicazione del materiale e poi le fiere, tante, meravigliose, e poi il commerciale, i programmi e poi viaggiare, per poi ritornare nel mondo dell’utensileria.

Questa mia apertura, questo attingere a tutto quello che è esterno, insieme alla grande esperienza della Signora Ghibaudo ha fatto si che creassimo la Chiales Tools & Project, Project stava ed è per Matteo Chiales, progettazione che continuano ad esserci in sua memoria.

Non la semplice utensieria meccanica oramai superata, ma una realtà molto più particolare, più articolata di forniture industriali, che coprono a 360° il fabbisogno di una piccola, media azienda.

Che nasce dall’utensileria meccanica, dove è nato tutto, nasciamo noi, ma è nato il mondo stesso: “in Africa sono stati riportati alla luce gli utensili di pietra più vecchi del mondo: risalgono a 3,3 milioni di anni fa, circa 500.000 anni prima della stima che facciamo sulla comparsa del genere Homo. ”

Ma non ci siamo fermati solo all’utensileria meccanica, ma spaziamo dagli abrasivi, che poi la levigatura è stata una delle prime lavorazioni manuali eseguite dall‟uomo.

L’uomo habilis, per costruire i primi manufatti della storia sfregava un pezzo più tenero contro uno più duro, ottenendo così la levigatura del pezzo più tenero.

Questo è  il principio sul quale ancora oggi si basano le lavorazioni meccaniche chiamate levigatura e smerigliatura.

Per arrivare alla saldatura, il fuoco, Kilauea, Madam Pelè, al DPI, alla peumatica, alla contaminazione con la cultura, con qualche reminiscenza alla cultura classica, ad Athena, che oltre ad essere una Dea guerriera, è anche la dea della ragione, delle arti, della letteratura, della filosofia, del commercio e dell’industria ….

Apertura, melting pot, contaminazione, sperimentazione, fusione …

Queste siamo noi e sono io, fusione di mondi lontani e differenti che mi appartengono.

Ovviamente ci sono state tante strettoie nella mia vita ed altrettanti errori, alcuni macroscopici, errori da cui ho imparato, errori che ho corretto e che sto ancora correggendo, errori che hanno lasciato ciccatrici, tante persone chi, durante lo tzunami personale vissuto, chi è stato un supporto fondamentale e senza queste poche creature meravigliose non saremo qui oggi.

Chi invece se ne è approfittato e chi mi ha abbandonato, ma microcosmo o macrocosmo che sia è la vita di tutti e da ogni strettoia si deve solo imparare, per voltare pagina, andare avanti e rinascere come una Fenice dalle proprie ceneri.

Ovviamente non ci siamo solo noi, dietro e dentro la Chiales Tools,  ma siamo supportate da un team di tecnici e venditori su tutto il territorio Italiano.

Chiales Tools qui ed ora è questa realtà, ma sicuramente, domani sarà tanto altro in più, sperimentare sempre, perchè questa sono io.

Aloha

Simona Fenice Chiales

Try meeting or leaving people with aloha. You’ll be surprised by their reaction. I believe and it is my creed. Aloha to you!
Duke Kahanamoku’s Creed